Ricerca sui siti dei viaggiatori

Regole di Utilizzo

IMPORTANTE Il mio blog è a vostra disposizione, creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza nella pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questo motivo voi ne siete i reali ed unici responsabili nel contenuto. Non sono consentiti: messaggi pubblicitari e messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.) Il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. E non potrà quindi essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi dei diritti di terzi.

San Blas

San Blas
Panamà
Creative Commons License Foto protetta da Licenza Creative Commons.
SE AVETE APPREZZATO IL BLOG, LASCIATE UN COMMENTO AL VOSTRO PASSAGGIO, SARA' UN ORMA COMUNE NEL CAMMINO DELLA VITA......................

venerdì 24 novembre 2006

Cosa ci spinge........


"Cos'è che spinge quelli come me a mettersi in viaggio?
Oggi che della mia sete di conoscenza non è rimasto che uno sbiadito avanzo, che non me ne importa niente se trascuro le chiese e le collezioni con i dipinti più belli, che nemmeno credo più che viaggiare sia un'avventura, non mi metto in viaggio più di rado e con minore desiderio di quindici, dieci o cinque anni fà.
Mi sembra che per quelli come me, l'essere per strada, in viaggio, sostituisca quella attività dell'istinto puramente estetico che, nei nostri popoli, è venuta quasi completamente meno. L'osservazione pura, non turbata da volontà o finalità alcuna. L'esercizio fine a se stesso di vista, udito, odorato, tatto, è un paradiso di cui i più raffinati di noi hanno profonda nostalgia; ed è in viaggio che riusciamo a perseguirla nel modo migliore e più puro."

Hermann Hesse
Nobel per la letteratura 1946

2 commenti:

Occhiverdi ha detto...

Io personalmente, spero proprio, un giorno, di diventare una viaggiatrice (non una banale turista) e di assaporare tutti gli odori, i colori, i sapori di terre diversissime tra loro.
Ho tanta voglia di viaggiare e di scoprire la varia umanità che abita tante realtà diverse, ma ancora, purtroppo, devo rimandare.
Ma un giorno lo farò, sono certa che ci riuscirò, partirò anche con due soldi in tasca, a costo di dover dormire sotto i ponti e mangiare solo banane o scatolette di tonno. Perché la mia natura mi spinge verso posti nuovi, sento questo stimolo, questo desiderio, che mi muove dentro.
E chissà, magari lo troverò davvero uno di quei lavori fantastici fatti su misura, che mi porteranno a viaggiare per un tot mesi all'anno. Chissà...

Daniele ha detto...

Ti auguro un giorno di realizzare il tuo sogno, credo che viaggiare mettendosi in condizione di essere a contatto con il luogo e con la gente, sia in assoluto una delle esperienze che arricchiscono di più una persona. un proverbio cinese dice che "La persona che parte per un viaggio, non è mai la stessa persona che torna". Penso proprio che sia vero, anche il ritornare nel nostro mondo ci riporta alle nostre abitudini, qualcosa rimane sempre indelebile nell'anima.....